Contratto con aumenti economici e di sicurezza

TERAMO – Riguarderà 5mila abruzzesi e prevede aumenti e nuovi sistemi di sicurezza.E’ stato sottoscritto dall’API EDIL ABRUZZO – Collegio Costruttori delle API abruzzesi e le Organizzazioni Sindacali Regionali di categoria FILLEA-CGIL, FILCA-CISL E FENEAL-UIL, il contratto collettivo regionale integrativo delle piccole e medie industrie edili che prevede tra l’altro un incremento mensile medio regionale di circa 80 euro. Il contratto che decorre dal mese di marzo 2008 interessa tra operai ed impiegati oltre 5 mila lavoratori edili occupati nelle quattro province abruzzesi. In una nota i firmatari esprimono soddisfazione per la sottoscrizione del contratto integrativo regionale edile del settore piccola industria.Il testo del contratto rinnovato interviene sia sul piano degli incrementi retributivi che sugliEnti paritetici del settore, gestiti congiuntamente dall’API EDIL e dalle Organizzazioni sindacali. Particolarmente importanti gli accordi siglati in merito agli Enti paritetici di settore, specificamente per la costituzione di EDILFORMAS, ente regionale per la formazione e la sicurezza delle maestranze del settore, attraverso il quale si intendono attivare molteplici iniziative nel campo della sicurezza sul lavoro.

Leave a Comment