Confcooperative Teramo cresce del 55% in tre anni

TERAMO – Sono cresciute del 55% nel quadriennio 2004 -2007 le imprese aderenti al sistema Confcooperative in provincia di Teramo, passando dalle 60 censite agli inizi del 2004 alle 131 registrate alla fine del 2007. Confcooperative Teramo associa il 36% delle imprese abruzzesi aderenti a Confcooperative. I dati sono stati presentati oggi, riferisce una nota, che specifica che il fatturato fatto registrare dalle cooperative teramane nel 2006 – i bilanci 2007 non sono ancora disponibili perché saranno approvati entro il 30 aprile 2008 – ha superato i 180 milioni di euro, che costituisce il 37% del fatturato delle società cooperative abruzzesi, nel complesso   483 milioni di euro. Alla fine del 2006 il 12% delle cooperative teramane ha raggiunto un fatturato superiore al milione di euro; un ulteriore 12% ha superato i 500.000 euro. La metà degli addetti delle cooperative abruzzesi, inoltre, è occupato nelle imprese aderenti a Confcooperative Teramo, nelle quali alla fine del 2006 risultano 1717 lavoratori stabili. Di questi, un terzo, 544, sono soci delle cooperative stesse. Questo dato segnala, oltre al forte radicamento delle cooperative con il territorio, anche l’attualità del modello dell’impresa cooperativa, dei suoi valori e delle sue dinamiche, che reagiscono in modo positivo alla difficile congiuntura economica. “Il modello della cooperazione – afferma il presidente provinciale Giampiero Ledda – si è caratterizzato nel nostro territorio come un sistema dinamico e flessibile, che costituisce un modello imprenditoriale sostenibile. E’ ormai chiaro a tutti che il salto di qualità può essere compiuto solo facendo sistema con i nostri interlocutori, in primis le istituzioni. Solo costruendo un governo del territorio stabile e maturo si potranno dare risposte certe a chi opera quotidianamente nel nostro settore”. Per questa ragione Confcooperative ha promosso a Teramo il prossimo 3 maggio la prima convention provinciale del sistema delle imprese cooperative, nella quale imprenditori e rappresentanti del mondo istituzionale si confronteranno sulle problematiche del settore e sulle opportune attività strategiche da porre in essere per migliorare e consolidare il modello cooperativo nella provincia di Teramo. Questo incontro sarà preceduto da una attività di ascolto e di analisi territoriale di Confcooperative  tra gli associati, che servirà da una parte a conoscere nel dettaglio quali sono le criticità che ostacolano quotidianamente l’attività delle cooperative teramane;dall’altra  a raccogliere elementi utili per progettare strategie che saranno oggetto di concertazione con le istituzioni. Ultimo dato. Il nuovo consiglio provinciale di Confcooperative, composto da: Gino Mecca; Bruno Sabatini; Gabriele Marcellini; Gianni Mancini; Aladino De Paulis; Leo Di Nicola; Giuseppe Del Cane; Matteo Marchetti; Francesco Barracchini; Annalisa Del Cane; Nazzareno Di Buò; Gabriele Del Cane; Roberto Falò; Renato Di Eugenio; Alejandro Bozzi; Gaetano Beri; Marco Lucantoni; Roberto Centorame; Antonio Cupelli;; Antonio Giacomozzi; Pier Paolo Falcone;  Domenico Di Rocco; Enzo Marcozzi; Leo Iachini; Giulia Di Nicola.

Leave a Comment