Con una radiografia per una frattura trovano droga

MARTINSICURO – Sottoposto a una radiografia per la diagnosi di una sospetta frattura al bacino, gli scoprono nell’intestino due ovuli pieni di eroina. E’ successo a conclusione di un movimentato inseguimento tra i carabinieri e un palestinese, che assieme ad altri due giovani nordafricani, erano stati sorpresi in un appartamento durante una operazione antidroga. K.El H., 26 anni, era stato sorpreso nel bagno del loro appartamento di Castel di Lama (Ascoli Piceno), mentre era intento ad espellere un ovulo contenente eroina dall’intestino. Alla vista dei militari il giovane si è lanciato dalla finestra al secondo piano della palazzina, cercando di sfuggire all’arresto. Feritosi, anche se leggermente, nella caduta, è stato accompagnato all’ospedale per essere sottoposto alle radiografie per scongiurare fratture ed è stato durante questo esame che i medici hanno scoperto gli altri due ovuli, che contenevano circa 50 grammi di eroina. Il palestinese era in compagnia di B.F.H. (29), tunisino e di K.M. (36) marocchino, come lui clandestini: i tre erano stati seguiti dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Alba Adriatica fin dalla loro presenza a Martinsicuro, nel pomeriggio di ieri, dove avevano un incontro per la vendita degli ovuli di droga, poi saltata. Al rientro nel loro appartamento nell’Ascolano, i militari hanno effettuato il blitz. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti altri 100 grammi di eroina. I tre sono stati rinchiusi nel carcere di Castrogno a disposizione del magistrato.

Leave a Comment