Autoreferenziali le insegne dei lavori pubblici

TERAMO – Coinvolgere le ditte appaltatrici, aggiudicatarie di lavori per importi di diverse centinaia di migliaia di euro, “ben felici di far comparire il proprio logo nei punti più importanti della città”. Lo suggerisce all’amministrazione comunale Maurizio Verna (consigliere comunale del Pd) in un comunicato in cui critica la spesa che, secondo quanto Verna riferisce di avere appreso, ammonta a circa 15mila euro. Le spese sono relative a cartelli e striscioni di varie dimensioni, che annunciano lavori pubblici “di vario tipo”. Della spesa Verna ricorda di avere chiesto notizia già da tempo (un mese fa durante un “question time”) e di essersi sentito rispondere in un primo momento che la cifra si aggira attorno ai 5/6mila euro, per poi rendersi conto, carte alla mano, che è più alta. Operazioni “autoreferenziali”, secondo Verna, che offendono la cittadinanza già vessata da numerose tasse e aumenti delle stesse per non vedere mai peraltro risolti anche piccoli problemi proprio per dichiarata mancanza di fondi.

Leave a Comment