Se ne va anche la motovedetta dei Carabinieri?

GIULIANOVA – Rischiamo di perdere anche la motovedetta dei Carabinieri 227. L’unica unità navale armata della provincia presente da anni nel porto di Giulianova. E’ la denuncia di Valter Squeo, presidente Circolo della Libertà “Giulianova Gentis” rivolta al Comando generale dei Carabinieri di Giulianova, al Prefetto e al Sindaco di Teramo.. Squeo spiega in una nota: “Si vuole fare l’ennesimo scippo verso la nostra città che attraverso la motovedetta ospita il servizio marittimo dei Carabinieri. Insieme all’altra unità navale funzionale della Guardia Costiera, la motovedetta dei Carabinieri costituisce un importantissimo elemento di sicurezza per la pesca marittima in particolare, per la piccola pesca e soprattutto per la balneazione estiva”. Squeo teme il   provvedimento Ministeriale “ Tagliaspese “ : ha già prodotto il ritiro dello stesso mezzo nautico dal porto di Pescara e quindi la permanenza nel porto di Giulianova è di vitale importanza per la sicurezza dei cittadini. 

Leave a Comment