Discarica La Torre: l’utilizzo dei fondi

TERAMO – Roberto Canzio torna sull’allargamento della discarica La Torre, replicando in una nota agli attacchi politici, definiti strumentali, rivolti dal presidente del comitato antidiscarica, Francesco Di Diomede, al sindaco Gianni Chiodi. Secondo il coordinatore della lista civica “Al Centro con Chiodi” Di Diomede avrebbe accusato il sindaco e l’amministrazione comunale di aver cercato di realizzare l’ampliamento della discarica con fondi destinati alla messa in sicurezza del sito. Per questo motivo gli abitanti di Poggio Cono e Poggio San Vittorino avrebbero dato corso a una denuncia. Roberto Canzio precisa nel comunicato che i fondi stanziati a cui si fa riferimento sarebbero stati concessi nel 2006, dunque sono successivi al progetto di ampliamento che risalirebbe al 2005. I fondi, secondo il coordinatore comunale, sono gestiti e impiegati direttamente dal commissario governativo, il prefetto Camerino, per la messa in sicurezza del sito. “Si invita il sindaco Chiodi a tutelare la sua onorabilità e quella dell’amministrazione nelle sedi opportune" si legge inoltre nella nota. Canzio rivendica anche la "regola fondamentale di qualsiasi democrazia" che impedisce a "cento singoli cittadini di decidere e incidere negativamente sul futuro di cinquantaquattromila abitanti.”

Leave a Comment