Il Pd vince nei comuni ma perde la guerra

TERAMO – Ha vinto il Pd ma ha perso le elezioni. "image"E’ il bilancio dell’analisi del voto in provincia di Teramo, nei 47 comuni chiamati a esprimere il voto per il centrodestra o per il centrosinistra. E se nel totale si è affermato il Popolo della Libertà, approfondendo i numeri si scopre che nel gioco delle percentuali, il Partito democratico si è affermato in 24 comuni su 47 alla Camera e in 25 al Senato. Ovviamente, il calcolo è puramente statistico perchè a determinare la vittoria dell’altra coalizione c’è il ‘peso’ elettorale dei Comuni, soprattutto a livello numerico. Tante sono però le curiosità che emergono. Il Pd conquista grandi centri come Giulianova, Roseto, Montorio e Atri (anche se in questi centri, notoriamente di sinistra, il Pdl ha rosicchiato notevoli fette di elettorato) ma non regge a Teramo, così come il Pdl fa man bassa nei centri della costa vibratiana, soprattutto a Tortoreto."image" C’è poi il caso singolare di Cellino Attanasio che alla Camera vota per il Popolo della libertà (con il 43,3%) e al Senato preferisce per il 42,9% il Partito Democratico. Percentuali si direbbe "bulgare" nei rispettivi fortini elettorali: il Pd raccoglie il oltre il 56% a Fano adriano (Senato) e sopra il 50% anche ad Arsita, Tossicia, Torano Nuovo e Colledara, merntre il Pdl fa altrettanto a torricella, Tortoreto, Bisenti, Torricella, Sant’Egidio, Canzano, Rocca Santa Maria, cogliendo un 58,5% a Montefino (sempre al Senato).

Leave a Comment