Sanità : via libera alla nuova assistenza

TERAMO – Il presidente del Consiglio Romano Prodi e i ministri uscenti della Salute e dell’Economia Livia Turco e Tommaso Padoa Schioppa hanno dato il via libera ai nuovi Livelli essenziali di assistenza erogati dal Servizio sanitario nazionale. Ne dà notizia il ministro della Salute Livia Turco, che in una nota sottolinea come con questo atto "si conclude anche la seconda parte del Patto per la salute sottoscritto nell’ottobre del 2006 con le Regioni per il rilancio della sanità pubblica italiana attraverso il suo risanamento economico e finanziario e, per l’appunto, con l’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza per venire incontro ai nuovi bisogni di salute della popolazione". I nuovi Lea contengono numerose novità rispetto all’attuale elenco di prestazioni e servizi erogati dal Ssn, e garantiranno "più prestazioni e più qualità nelle cure dei cittadini", sottolinea la responsabile della sanità italiana. La disposizione approvata contiene anche il nuovo ‘nomenclatore tariffario dei presidi, delle protesi e degli ausili’ e i nuovi elenchi delle malattie croniche e delle malattie rare esentate dal pagamento del ticket. Trova spazio, inoltre, l’analgesia epidurale nel corso del travaglio e del parto naturale, una delle prime misure annunciate dal ministro Turco all’inizio del suo mandato. Peccato però che nel piano sanitario regionale abruzzese, nonostante le numerose rochieste (una per tutte: quella del consigliere regionale di opposizione Claudio Di Bartolomeo, di professione anestesista) non sia previsto neppure un punto parto antidolore. 

Leave a Comment