IZS A&M guida per la sanità animale nel Mediterraneo

TERAMO – Quattro progetti di cooperazione e sviluppo nell’ambito della realizzazione di un sistema di sorveglianza epidemiologica per le malattie animali e le zoonosi nei Balcani e nel Mediterraneo, saranno presentati dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise "G. Caporale" di Teramo. La platea di esperti interessati saranno i partecipanti al workshop internazionale organizzato dall’IZS A&M, domani e dopodomani a Teramo e  Giulianova Lido. Tra loro, oltre ai rappresentanti delle Autorità nazionali competenti per il controllo della sanità animale e servizi veterinari di nove Paesi delle aree coinvolte ed esperti della rete dei laboratori di referenza dell’Oie (Organizzazione mondiale della sanità animale), ci saranno anche il presidente della Commissione regionale Europa dell’Oie, Nikola Belev, e il delegato della Fao (Organizzazione dellae Nazioni Unite per l’Agricoltura e l’Alimentazione) per i Paesi del Nord Africa, Faouzi Kechrid. I progetti dell’istituto teramano, leader nella ricerca e nella prevenzione in sanità animale e sicurezza animale, riguardano la realizzazione di una rete di sorveglianza regionale per le malattie trasmesse da vettori nei Balcani (BTNET2), di un centro interregionale per la sicurezza alimentare e l’analisi del rischio (SARA’), di uno per la formazione e l’informazione veterinarie in sanità e benessere animale e sicurezza alimentare (CIFIV), oltre a un sistemainnovativo di eLearning per l’agricoltura nei paesi del Mediterraneo: riconoscimento, diagnosi, controllo e prevenzione delle malattie trasmesse da artropodi. Obiettivo del workshop sarˆ quello di analizzare e valutare lo stato dell’arte delle reti di sorveglianza veterinarie internazionali e la relativa condivisione nell’ambito di territori tra loro strettamente legati per ragioni sia geo-climatiche, che socio-politiche.

Leave a Comment