Danneggia psichiatria e ruba cellulari

TERAMO – E’ stato un pomeriggio infernale quello di cui è stato protagonista un trentenne teramano ieri. A.C. è stato arrestato dagli agenti della squadra volante della questura di Teramo per danneggiamento e furto aggravato e continuato. Ha danneggiato i locali del reparto di psichiatria dell’ospedale civile Mazzini di Teramo per protestare contro il mancato assenso da parte dei sanitari a visitare la madre ricoverata: l’intervento per capire cosa fosse successo ha messo  in moto gli agenti sull’individuazione dell’autore di alcuni furti avvenuti poco prima all’interno dell’ospedale stesso. Tre pazienti avevano infatti denunciato il furto di altrettanti cellulari: guarda caso la descrizione somatica del sospetto autore dei furti e di quello che aveva lanciato sassi contro le finestre corrispondeva. Il trentenne è stato rintracciato in piazzale San Francesco: indosso aveva i telefoni e ammetteva anche di aver danneggiato il reparto; in più, è stato ritenuto responsabile anche del furto di un libretto di assegni da un’autovettura parcheggiata lì vicino. Del concorso in questo furto è stata denunciata una ventenne sua complice.

Leave a Comment