PerDavvero ai parlamentari: intervenite per il Lotto 0

TERAMO – "Chiediamo che i parlamentari teramani, tutti, si diano da fare per i cittadini che li hanno eletti presso  tutte le sedi istituzionali". E’ l’appello dell’associazione PerDavvero di Teramo relativamente al lotto zero, di cui scrivono:" Lotto zero, continua la stasi dei lavori né si intravede l’uscita dal tunnel. Ma se chiedere di essere ascoltati dall’Anas e dal suo presidente è come permettersi di scomodare il Padreterno, allora è giunto il momento di farsi sentire in tutte le forme consentite dalla democrazia". L’associazione PerDavvero dunque interviene sulla annosa questione relativa al Lotto zero, sui difficili rapporti con l’Anas su cui in queste settimane insiste anche il sindaco di Teramo. "Non è possibile che un’intera città sia tenuta in ostaggio da un’inadempienza che dura al di là del sopportabile e se al Padreterno i devoti rivolgono preghiere, Teramo e i suoi cittadini, che  di preghiere a chi non è o non dovrebbe essere un Padreterno ne hanno rivolte fin troppe, deve decidere di passare all’azione mettendo in campo una mobilitazione di tutta la città e di tutte la forze politiche che la rappresentano, sollevando un clamore mediatico sia a livello locale che nazionale", insiste l’associazione. Il Sindaco Chiodi, che già ha annunciato di passare ad iniziative di protesta che coinvolgano tutta la città, "forse sta ritardando un po’ troppo e spiace constatare che agli annunci non seguono i fatti" dicono i PerDavvero. La tradizionale bonomia teramana e lo spirito di sopportazione della brava gente, l’insopportabile attesa delle famiglie che aspettano da anni di riavere le loro case o il giusto risarcimento, "non devono essere scambiati dai vertici dall’ANAS per una rassegnata accettazione  di questa totale mancanza di rispetto per un’intera città.  La quale, a causa di un traffico che cresce ogni giorno di più, incomincia a pagare assai cara questa situazione che si trascina da anni". Si domanda l’associazione teramana:"Che altro c’è da fare se non protestare?".  Chiediamo anche che i parlamentari teramani, tutti, si diano da fare per i cittadini che li hanno eletti presso  tutte le sedi istituzionali.

Leave a Comment