Teramo si fa Notte dei Musei

TERAMO – Anche i Musei teramani partecipano alla Notte dei Musei, la manifestazione internazionale ideata in Francia, alla quale aderiscono istituzioni di mezza Europa. Il programma di Teramo, illustrato oggi nel corso di una conferenza stampa, è stato predisposto dall’assessorato alla Cultura del Comune, dai Civici Musei e dalla compagnia teatrale Spazio Tre. Diversi gli appuntamenti ed i luoghi in cui si articole la manifestazione. Fino alle 24,00 (salvo prolungamenti orari determinati dall’afflusso) sarà possibile visitare la mostra in corso nella Pinacoteca di Viale Bovio dal titolo “Incidit. Le poetiche del segno da Dürer a Goya". Più di cento incisioni, raccolte dall’industriale Oliviero Battaglini, che rappresentano una campionatura della ricerca espressiva, dal Cinquecento al Settecento, di un linguaggio fondamentale per la storia dell’arte. In occasione della Notte dei Musei, figurano in cartellone, per la regia di Silvio Araclio, installazioni teatrali dal titolo “Gli dei di pietra, rovine con iscrizioni chiare”; due i luoghi dove si terranno le performance: il Museo Archeologico, dalle 21,30 alle 24,00 e la Domus di Largo Torre Bruciata, in Piazza Sant’anna, dalle 22.00 alle 24.00. Anche il Museo Archeologico diverrà teatro di rappresentazioni tratte dalla letteratura classica: Le Metamorfosi di Ovidio, L’Odissea di Omero e il Satyricon di Petronio. Oltre gli eventi ospitate nelle sale, i civici Musei organizzano visite guidate per adulti e bambini. Nella Domus di Largo Torre Bruciata verrà invece presentata “Sogni” di Borges e Szymborska, sempre a cura di Spazio Tre. Una immersione nel fascino del sonno cui si aggiungerà la singolare proposta dei “Sogni” raccontati al termine di ciascuna rappresentazione da alcuni teramani, tra i quali Carla Piantieri, Mauro Di Dalmazio, Paola Di Felice.

Leave a Comment