Negozi e chiusure settimanali: nuovi problemi

TERAMO – La Confcommercio e la Confesercenti di Teramo diramano una nota in cui dissentono dalle decisioni sulle deroghe alle chiusure settimanali. Ricordiamo che nei giorni scorsi era stato stabilito dal Comune che fosse possibile, fino al 30 settembre prossimo, tenere aperto anche nel giorno del turno  infrasettimanale qualsiasi attività commerciale di Teramo. Ecco il testo.
“La Confcommercio e la Confesercenti di Teramo ritengono di non partecipare all’incontro di lunedì 19 Maggio 2008 richiesto dall’Assessorato alle attività produttive al Comune di Teramo in merito alla problematica delle deroghe di apertura nelle festività delle attività commerciali a posto fisso. A suo tempo, infatti, questa amministrazione aveva già calendarizzato per tutto il 2008 le 41 giornate di deroga alle festività di apertura consentite dalla legge regionale in vigore. Nell’effettuare tale calendarizzazione il Comune di Teramo, non solo non tenne conto del parere delle associazioni di categoria sul periodo da effettuarsi, ma l’ha più volte rimodulata di sua iniziativa e successivamente ha preso ulteriori provvedimenti di deroghe ad hoc per andare incontro a non si sa bene a quali interessi. Ritenendo che tali metodi non permettono un’adeguata programmazione alle attività da noi rappresentate e nel ribadire che già l’utilizzo del massimo delle giornate ( 41 ) che la legge regionale consente era eccessivo, ribadiamo la nostra contrarietà a concedere ulteriori giornate di deroghe nelle festività con provvedimenti ad personam”.

Leave a Comment