D’Ignazio: «Regione latitante sul commercio»

TERAMO – Teramo contro la Regione sulla legge di riordino del commercio. Il capofila della protesta è l’assessore al ramo, Giorgio D’Ignazio, che accusa la regione dinon aver ancora recepito la legge di riordino del settore come indicato dalla legge Bersani nei termini del 31 dicembre 2006. «Anche ieri, 20 maggio, la commissione attività produttive regionale – sostiene D’Ignazio – non ha esaminato la legge. Al contrario di tutte le regioni che l’hanno approvata già da tempo, l’Abruzzo resta l’unica a non averlo fatto e l’economia ristagna». Secondo l’assessore comunale alle attività produttive, «nuovi imprenditori che giornalmente si recano pressi i nostri uffici per poter investire e quindi creare posti di lavoro, non hanno possibilità di farlo perché la Regione Abruzzo sembra preoccupata principalmente di risolvere le conflittualità interne ai partiti della maggioranza di Centrosinistra». Secondo D’Ignazio le politiche di sviluppo e di sostegno alle attività produttive non sono correlate alle esigenze: «Il tessuto economico ed imprenditoriale – conclude l’assessore – viaggia con ritmi ed esigenze più elevate di quelle dei referenti politici regionali».

 

Leave a Comment