Necessario il ministero della Salute

TERAMO – Per Cesare Cursi (senatore, Pdl), già sottosegretario alla Salute con il precedente governo Berlusconi, il ministero alla Salute ci vuole e con esso sono necessarie strutture e competenze, anche politiche e internazionali, che lavorino alla sorveglianza sulla Sanità. Cursi è noto a Teramo per avere più volte fatto visita a strutture sanitarie locali, soprattutto l’Izs, vista l’ultima delega che era alla sanità animale. "Ritengo che il ministero della Salute debba rimanere come era, perché negli anni si è arricchito di competenze specifiche ed è emersa la necessità di un referente per la sanità a livello internazionale".  "Il dicastero – ha sottolineato Cursi secondo Doctornews – deve risolvere problemi che riguardano il fondo sanitario nazionale, l’equilibrio della spesa sanitaria, i rapporti fra lo Stato e le Regioni e intervenire anche nelle emergenze come quella dei rifiuti in Campania. Oggi, con il taglio del numero dei sottosegretari occorre pensare a come garantire tutto questo e mi pare che il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, anche con i suoi colloqui con il capo dello Stato Giorgio Napolitano, abbia compreso la necessità di pensare a garantire tutti questi elementi. Non so se ciò avverrà con un disegno di legge – ha proseguito – ma deve esserci un intervento per garantire al ministero della Salute un congruo numero di sottosegretari, che lavorino per mantenere le prerogative di questo dicastero. Ed è un’idea che condividiamo anche con l’opposizione".

Leave a Comment