Nuovo teatro: serve ma non così

TERAMO – Appena approvato in consiglio il project financing per la costruzione del nuovo teatro, il Pd, con il segretario dell’Unione cittadina, Manola Di Pasquale, in tarda serata di ieri ha fatto sentire il dissenso per la presunta speculazione, pur condividendo l’idea di costruzione del teatro stesso.“Il Partito Democratico pur ritenendo che è necessaria la costruzione del Teatro a Teramo per la crescita culturale e turistica, non entrando nel merito della collocazione e della scelta architettonica sulla quale doveva essere sentita la città e non valutate in solitudine dall’amministrazione, non può accettare  la scelta del project financing  presentato del valore complessivo di 52 milioni di euro”. La Di Pasquale spiega che in sintesi per costruire un teatro il cui costo “non supera i 9 milioni di Euro di cui tre verranno dati dalla Fondazione Tercas, si mette in moto un sistema immobiliare che prevede 20.000 mq di edificato con destinazione residenziali e commerciali, tutti da collocarsi tra la zona dello Stadio, che doveva essere il polmone verde della città, e dietro la chiesa della Madonna delle Grazie”. A ciò si aggiunga  “un parcheggio multipiano di 391 posti  interratto – insiste il segretario del Pd – e altri 3000 mq di parcheggi, sempre interrati, nelle zone dello stadio  e della Madonna delle Grazie, tutte opere sotto   terra in aree limitrofe a quelle già devastate”.

Leave a Comment