Accordo tra comune di Roseto e Ferrovie

ROSETO – La possibilità di recuperare una porzione significativa del territorio di Roseto centro, l’acquisizione di una struttura storica come l’Arena 4 Palme e la possibilità di realizzare un autosilo da 280 posti auto nella zona centrale sono i punti chiave del verbale d’intesa siglato da comune di Roseto e Ferrovie dello Stato. “È un progetto strategico fondamentale per la città – ha detto in conferenza stampa il Sindaco Franco Di Bonaventura – per cui abbiamo lavorato in stretta collaborazione con l’ex assessore regionale ai Trasporti, ora parlamentare Tommaso Ginoble, che ci permetterà di riqualificare una porzione significativa di Roseto realizzando servizi e infrastrutture che contribuiranno al complessivo miglioramento della qualità della vita.” Il progetto, informa un comunicato, si articola in tre punti, il primo riguarda l’acquisizione dell’attuale parcheggio della stazione con annesso bar dove oltre all’autosilo, che sarà realizzato dal comune,è prevista la realizzazione di una struttura la cui destinazione è ancora da definire.Il secondo punto prevede l’acquisizione dell’Arena 4 Palme, possibilmente con la formula del comodato d’uso per 99 anni che permetterà la riqualificazione e la messa a norma dell’impianto. L’ultimo punto riguarda l’acquisizione dell’area dell’ex Autogas da utilizzare come parcheggio a raso.Adesso, informa la nota, si procederà con una ricognizione sulle aree disponibili e sulla stesura di un programma  in cui verrà stabilito anche il cronoprogramma degli interventi. La Commissione sarà composta da tecnici del comune e delle ferrovie e si riunirà nella prima metà di giugno. L’amministrazione al momento ha inserito tra gli investimenti triennali per l’annualità 2008 la somma di 900 mila euro per l’acquisizione delle aree ma sarà l’apposita commissione che dovrà fissare concretamente il reale costo dell’operazione e di conseguenza l’impegno di spesa necessario. “L’intesa firmata con RFI rappresenta un punto fermo sul destino di aree che avrebbero potuto essere  vendute a privati – ha sottolineato l’onorevole Tommaso Ginoble – questo incontro di volontà tra Comune e Ferrovie invece permette all’intera collettività di avere a disposizione un bene di grande valore”.

Leave a Comment