Via libera ai referendum regionali

ROSETO – Buone notizie per lo svolgimento dei referendum regionali e per il comitato che li promuove. Pio Rapagnà, infatti, per lo stesso comitato, ci informa che si può"procedere con sollecitudine alla raccolta delle 25.075 firme necessarie, affinché i primi referendum regionali abrogativi si possano celebrare nella primavera del 2009 quasi a costo zero". Infatti, con l’approvazione di una variazionestatutaria approvata dal Consiglio regionale, "la Legge Regionale consente “adesso” al Presidente della Regione Ottaviano del Turco di fissare la data di svolgimento in concomitanza con le elezioni europee ed amministrative provinciali e, se confermato, addirittura abbinati al referendum elettorale nazionale anche se quest’ultimo si dovesse svolgere in una data non compresa in una domenica tra il 15 aprile ed il 30 giugno" cosa che senza la variazione sarebbe stata invece impossibile prima di due anni. Le Istituzioni Regionali, "in questa circostanza scrive Rapagnà – hanno avuto la correttezza di mettere riparo ad una evidente “distrazione statutaria” sanando una palese ingiustizia che, se non fosse stata abrogata con sollecitudine, non avrebbe consentito di procedere in tempo utile alla raccolta delle firme la quale, invece, avrà inizio subito dopo la stampa dei quesiti referendari e la vidimazione degli appositi moduli da parte dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale e del Dirigente responsabile del procedimento".

Leave a Comment