Impronte chiama in causa Comune e Sogesa per i danni dell’acquazzone

GIULIANOVA – 90 minuti: tanto poco è bastato per dimostrare il cattivo funzionamento della rete che dovrebbe assicurare sempre e comunque il normale deflusso delle acque piovane a Giulianova. Lo denuncia in una nota l’associazione “Impronte” che riferisce: “Se l’Amministrazione Comunale si dice soddisfatta perché, a pare suo, la Città avrebbe retto bene al nubifragio di ieri, la stessa cosa non può dirsi per i numerosi cittadini che hanno patito danni ingenti a causa degli allagamenti”. L’amministrazione deve riferire urgentemente in Consiglio Comunale su quanto accaduto, per Impronte e su come sono stati effettivamente impiegati i 300.000 euro di fondi stanziati dalla Regione per i primi interventi sulla rete delle acque bianche. L’associazione inoltre asserisce che i danni sarebbero stati certamente minori se le bocche di lupo non fossero rimaste otturate per la sporcizia accumulata “non rimossa da Sogesa, che ha in appalto il relativo servizio, e se i canali a mare fossero stati lasciati completamente aperti”.

Leave a Comment