La Diocesi di Teramo-Atri in pellegrinaggio a Lourdes

TERAMO – Per la prima volta la diocesi di Teramo-Atri va in pellegrinaggio a Lourdes, la località dei Pirenei dove l’11 febbraio del 1858 alla piccola Bernadette Soubirous, apparve la Vergine Maria. Non che in passato non siano stati organizzati viaggi verso la località francese ma si era sempre trattato di pellegrinaggi congiunti con altre diocesi; stavolta invece, Teramo andrà da sola, per espressa volontà del Vescovo Mons. Michele Seccia. Tra ieri ed oggi, in treno o in aereo, si muovono alla volta del santuario francese, 670 teramani. L’inizio ufficiale del pellegrinaggio avverrà nella forma più solenne e sacra, con una santa Messa che proprio Mons. Seccia officerà questa sera alle 23.00 all’interno della Grotta di Massabielle, luogo delle apparizioni. Domani, poi, altro importante momento, con la messa internazionale, che sarà concelebrata dal nostro vescovo assieme ad altri prelati di ogni parte del mondo. Il pellegrinaggio si protrarrà fino al 7 (per chi viaggia in treno) o all’8 (per chi ha scelto l’aereo).
Il viaggio è organizzato dall’Unitalsi di Teramo, organizzazione cattolica specializzata nella programmazione di pellegrinaggi nel santuari e nei luoghi sacri della cristianità ed assume un particolare significato perchè si inserisce nelle celebrazioni per i 150 anni dalle apparizioni.

Leave a Comment