Una legge regionale per finanziare il Maggiofest

TERAMO – "Finanziare il Maggiofest con una legge regionale ad hoc". E’ la proposta di Stefania Misticoni, consigliere regionale del PD che intervenuta alla conferenza stampa di chiusura della 17esima edizione ha manifestato l’ipotesi di affidare alla politica il futuro del Maggiofest. “Il Maggiofest potrebbe essere finanziato attraverso una apposita legge – ha detto Stefania Misticoni – perché ritengo che sia necessario salvaguardare le iniziative culturali che hanno una storia. Naturalmente questa possibilità dovrà essere vagliata dal nuovo esecutivo e poi portata in Consiglio regionale”. La dichiarazione si inserisce nel momento del bilancio di fine rassegna, bilancio che pur avendo grande successo in temini di numeri e di presenza di pubblico soffre, secondo un comunicato, in termini di finanziamenti. "Purtroppo a 17 anni dalla sua nascita il festival continua ad avere i sui punti negativi. ad oggi infatti – ha detto il presidente si Spazio Tre, Carla Piantieri – non abbiamo ancora avuto un cenno della Regione Abruzzo e questo significa una totale incertezza riguardo ai finanziamenti con cui dobbiamo coprire i costi degli spettacoli". "La nostra attività non ha scopo di lucro – ha ribadito il direttore artistico Silvio Araclio – e anche per i pochi spettacoli a pagamento i costi sono stati irrisori. Insomma ci siamo conquistati sul campo la palma di evento più importante per la provincia di Teramo e tra i più significativi a livello regionale, ma ancora oggi la Regione non è in grado di assicurarci il sostegno".

 

Leave a Comment