ICI: le precisazioni sull’esenzione

TERAMO – Il Ministero dell’Economia ha precisato i termini relativi alla esenzione dell’Imposta Comunale sugli immobili per la prima casa. L’esenzione, a partire dalla prossima rata del 16 giugno 2008, informa una nota del Comune di Teramo, riguarda l’ abitazione ove si abbia la residenza anagrafica. Sono escluse da tale totale esenzione gli immobili accatastati come A1, A8 e A9 che possono godere delle aliquote e detrazioni previste per l’abitazione principale (uguali a quelle in vigore nel 2007 – 4,6 per mille e € 144,61 di detrazione). Godono della esenzione totale anche gli immobili assimilati alle abitazioni principali dal vigente Regolamento comunale ICI. In particolare si precisa che le esenzioni spettano anche al contribuente che possiede a titolo di proprietà, usufrutto, o altro diritto reale un’abitazione non classificata come A/1 – A/8 o A/9 ove ha la residenza anagrafica ma anche al contribuente che ha dato, con apposita dichiarazione in Comune, in uso gratuito ad un figlio o genitore una abitazione classificata come A/2 o A/3 purchè la residenza anagrafica sia diversa dal parente concedente. Le esenzioni spettano anche in caso di abitazione principale del socio assegnatario di immobile di cooperativa edilizia a proprietà indivisa e degli istituti autonomi per le case popolari (ATER) e nel caso di ex casa coniugale nel caso in cui il proprietario ( a seguito di separazione o divorzio) non sia assegnatario della casa coniugale.Gli Uffici comunali sono comunque a disposizione per i chiarimenti del caso.

 

Leave a Comment