In fase di avvio i referendum di Pio Rapagnà

TERAMO – E’ in fase di avvio la procedura per la presentazione al consiglio regionale, di una proposta di legge di iniziativa popolare e di 5 richieste di abrogazione parziale o totale di specifiche leggi regionali presentate dal comitato promotore dei referendum di Pio Rapagnà al Consiglio regionale. Le richieste sono volte alla riduzione dei costi della politica e la soppressione alcuni enti i della Regione Abruzzo definiti dal comitato “strumentali”. I 5 punti referendari riguardano: l’agrogazione di norme relative al conferimento di consulenze e incarichi professionali esterni, lo scioglimento dell’agenzia sanitaria “ASR-abruzzo”, l’abrogazione di norme relative alla promozione e costituzione di agenzie regionali pubbliche di trasporto e autolinee, lo scioglimento dell’A.R.S.S.A. e dell’A.P.T.R. “Il comitato –  si legge in una nota – invita i cittadini abruzzesi a trasformare, con una firma la propria “indignazione civica” per gli eccessivi costi della politica, in iniziativa democratica di partecipazione a sostegno della riforma degli organi politici regionali e degli enti strumentali.”

Leave a Comment