Anche la Procura di Teramo può essere migliorata

TERAMO – Tempo fa scrivemmo del fatto che Teramo,a differenza delle altre procure abruzzesi, era fuori da una grande occasione per migliorare la propria attività. L’assessore Augusto Di Stanislao, secondo quanto riferisce Regflash, ha evidentemente corretto il tiro e nel progetto, adesso, potrà rientrare anche Teramo. La Procura di Teramo potrà accedere ai benefici del progetto finanziato dalla Regione Abruzzo per la riorganizzazione ed il rafforzamento delle competenze negli uffici giudiziari. Lo ha comunicato l’assessore alla Formazione Augusto Di Stanislao, al procuratore capo presso il Tribunale di Teramo, Gabriele Ferretti, durante un colloquio che si è svolto questa mattina, nella sede della Procura. Il progetto si avvale dei fondi Por 2007-20013 ed ha l’obbiettivo di rendere efficiente la macchina della giustizia, sia sui processi organizzativi, sia sul rafforzamento delle competenze del personale. Grazie al progetto, per la parte legata all’utilizzo di tecnologie informatiche, saranno messi in rete anche i quarantasei comuni della provincia teramana, con l’obiettivo di garantire una migliore gestione delle pratiche giudiziarie, con significative ricadute positive per i cittadini. L’assessore Di Stanislao, al termine del colloquio, ha riferito della "grande disponibilità dimostrata dal procuratore Ferretti e l’apprezzamento per un progetto che concorre a rafforzare le buone pratiche, in parte già avviate su tutto il territorio regionale". La Procura di Teramo dovrà manifestare la propria adesione al progetto e presentare la candidatura al Ministero della Giustizia entro il 30 giugno.

Leave a Comment