Contro il traffico di minori

TERAMO – (da Regflash) – Contrastare il traffico e lo sfruttamento dei minori nei Paesi dell’Adriatico. Saranno presentati domani e il giorno successivo i risultati del progetto "Protact", Protezione transfrontaliera adriatica sul traffico dei minori, rientrante nell’ambito del programma Interreg IIIA. L’iniziativa, attuata mediante attività di formazione, studio e ricerca, di servizi a tutela dei minori stranieri, ha visto l’Abruzzo Regione capofila e partner l’istituto "Castorani" di Giulianova, l’ente morale "Focolare Maria Regina" di Scerne di Pineto ed il ministero degli Affari sociali dell’Albania. Obiettivo del "Protact", contrastare il traffico e lo sfruttamento dei minori nei Paesi dell’Adriatico con una serie di azioni di formazione specialistica degli operatori sociali che prendono in carico minori stranieri non accompagnati e di sperimentazione di forme di accoglienza adeguate ai loro bisogni. Alle conclusioni cui è giunto il progetto sono dedicate, appunto, due giornate-evento. La prima, domani 25 giugno, è in programma al salone del SottoBelvedere di Giulianova alta ed avrà come tema "Sperimentazione e futuri scenari di accoglienza di minori stranieri non accompagnati". Responsabili ed operatori del "Castorani" illustreranno i traguardi raggiunti e parleranno dell’esperienza nel "Protact". Sarà presentato anche il secondo rapporto dell’Anci (Associazione nazionale Comuni italiani) relativo ad una ricerca sulla presenza dei minori stranieri. La seconda giornata, giovedì 26 giugno, si terrà al Centro studi sociali di Scerne di Pineto (Teramo) ed avrà come leit motiv "Prospettive di tutela dei minori stranieri". L’assessore Mura aprirà i lavori riferendo su politiche e servizi realizzati dalla Regione in materia nel triennio 2005/2008.

Leave a Comment