Teramo calcio: «Adesso si può fare»

TERAMO – Lunedì sarà una giornata importante per il Teramo calcio. In Banca di Teramo il gruppo composto da Roberto Proietti (a sinistra nella foto, assieme a Cantagalli), Giuseppe Tedeschi, Tony Iannetti e Sabatino Cantagalli incontrerà i vertici dell’istituto e tra questi il presidente dell’istituo, l’onorevole Antonio Tancredi per trovare una soluzione alla richiesta di liquidità a fronte di titoli, necessari per concludere la lunga rincorsa al salvataggio della società. Lo hanno confermato questo pomeriggio lo stesso Proietti e il consulente di Romy Malavolta, che assieme all’ammnistratore unico del Teramo, Setgio Cordaro, erano nela sede dell’istituto dove hanno incontrato il direttore generae Roberto Profeta. Dunque starebbe per concretizzarsi quello che fino a ieri sembrava un irraggiungibile traguardo: la partecipazione al prossimo campionato. Il countdown fino a giovedì mattina sarà ancora trepidante, ma nelle parole dei nuovi attori di questa vicenda c’è più serenità e sicurezza, adesso. “E’ un mmento che ci sta riempiendo di soddisfazione – ha commentato Proietti -. Adesso questo è un gruppo che ha un solo obiettivo: niente pubblicità perrsonale ma solo l’intento di chiudere i problemi relativi all’iscrizione al campionato. Poi si vedrà ma questa è un’altra storia. E in attesa che questo si compia devo dire che la signora Malavolta, per l’ex presidente e per il suo gruppo, si è comportata in maniera meravigliosa e questa città dovrà saperlo quando tutto questo si sarà compiuto. Lunedì chiederemo questo impegno alla Banca di Teramo e anzi devo dire che oggi, in più rispetto a ieri, siamo disponibili a raggiungere anche la quota di 400mila euro». Un ruolo importante nella nuova cordata è rivestito dall’imprenditore Sabatino Cantagalli che ha dato la sua disponbilità non solo alla gestione della pubblicità allo stadio ma anche con una «considerevole somma in denaro» come ha sottolineato Giuseppe Teedeschi. Aspettiamo. A giovedì mancano "appena" quattro giorni.

Leave a Comment