Contro i ricoveri impropri nascono i PAC

PESCARA – (Regflash) – Vengono istituite e regolamentate le attività di Day Service e, allo stesso tempo, si rende possibile la gestione degli iter diagnostici per i principali problemi di salute (ipertensione, diabete, patologie respiratore, ecc..) attraverso i PAC (Pacchetti Ambulatoriali Complessi). A stabilirlo con una apposita delibera è la Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca. Prosegue, pertanto, la riorganizzazione e la riqualificazione dell’attività ospedaliera, già oggetto di numerosi provvedimenti che hanno già portato all’ottenimento di importanti risultati sul fronte dei ricoveri ospedalieri. A seguito di tale innovazione, l’accesso ai servizi sarà notevolmente semplificato mediante la preventiva pianificazione degli esami diagnostici e delle visite che il paziente deve compiere allo scopo di stabilire se è effettivamente affetto dalle patologie regolamentate con i PAC o per i successivi controlli. In coerenza con le caratteristiche del problema di salute oggetto di studio, sarà possibile organizzare le attività diagnostiche per fornire le risposte richieste dai pazienti in un’unica giornata e, in prospettiva, in un unico luogo fisico (il Day Service). Dal punto di vista della "gestione" dei servizi sanitari, l’introduzione del Day Service e dei PAC, dovrà consentire di evitare la produzione di ricoveri "impropri" e l’avvio di un profondo processo di riorganizzazione dell’attività ospedaliera orientata a strutturare in modo efficiente ed economico tutta l’attività ambulatoriale e quella di ricovero diurno con importanti benefici anche sulle liste d’attesa. L’istituzione del Day Service e dei PAC rientra tra i provvedimenti previsti dalla Legge Regionale 20 del 2006, dal Piano Sanitario Regionale e, per gli effetti che ciò potrà produrre sul piano economico, dal Piano di Rientro.

Leave a Comment