Ballo ma non sballo comincia il 7 agosto al Gattopardo di Alba Adriatica

GIULIANOVA – Il tasso di incidentalità per i comuni della costa teramana è superiore, come è noto, alla media nazionale (+5,5%), alla media regionale (+7,5%) e a quella provinciale (+3,0%). La statale Adriatica, inoltre, è la strada più pericolosa d’Abruzzo. L’idea progetto di “Linea di sicurezza sulla costa  teramana ha preso spunto dalle riflessioni effettuate sullo scorta di questi dati ISTAT. Ed è nato anche “Ballo ma non sballo”  che è una delle azioni del progetto “Linea di Sicurezza sulla costa teramana” avviato, quest’ultimo, da sei Comuni  (Giulianova capofila, Roseto, Pineto, Tortoreto, Alba Adriatica e Martinsicuro); è rivolta al cosiddetto  popolo della notte, le migliaia di persone che durante i week – end si muovono in automobile per raggiungere i luoghi del divertimento. Sei punti di accoglienza in altrettanti Comuni della costa teramana; servizio di trasporto pubblico gratuito nelle notti dei week- end; collaborazioni con i locali notturni, i ristoranti e le enoteche  per attività di informazione sui rischi della guida in condizioni di stress, stanchezza e sotto l’effetto di alcool o sostanze dannose. Questi, in sisntesi, i punti di forza del progetto  Ballo ma non Sballo, che è stato presentato questa mattina a Giulianova, a Piazza Dalmazia, sull’autobus personalizzato che per tutto il mese di agosto farà servizio di trasporto gratuito da un capo all’altro della costa teramana.  Divertirsi senza <farsi male> e senza arrecare danno agli altri, questo il messaggio di Ballo ma non sballo, un’iniziativa sperimentale nata con un duplice obiettivo: da una parte promuovere una sinergia fra enti locali e i gestori del servizio di trasporto, in maniera da incentivare l’uso del mezzo pubblico anche nelle ore serali e notturne, soprattutto durante i fine settimana, quando le possibilità di mettersi al volante in condizioni non sicure aumenta di parecchio, insieme ai rischi di incidenti stradali; dall’altra educare a comportamenti corretti e sicuri come quello del <guidatore designato>; se si esce in compagnia si decide prima chi non tocca alcool in maniera da garantire una guida assolutamente vigile.Dal 7 agosto e per tutti i fine settimana del mese, due autobus faranno la spola da Martinsicuro a Pineto, dalle 23 alle 5, per portare gratuitamente chi vuole trascorrere delle ore in allegria nei principali luoghi del divertimento della costa teramana. In ogni Comune, inoltre, è stato allestito un “punto di accoglienza”; gazebo personalizzati dove operatori appositamente formati offriranno caffè e bibite e distribuiranno materiale informativo sui rischi di una guida in condizioni psico-fisiche alterate e sugli opportuni comportamenti da seguire per smaltire eventuali “stati di ebbrezza”.“Un approccio  serio ma amichevole, partecipativo, rispetto al sempre più diffuso fenomeno dello <sballo> , un comportamento molto pericoloso che viene assunto tanto dai giovani quanto dagli adulti soprattutto nei fine settimana, quando i freni inibitori si allentano – commenta l’assessore all’ambiente alla mobilità del Comune di Giulianova, Franco Caruso – .  Inoltre, non bisogna sottovalutare il fatto che anche un pasto abbondante o la stanchezza diventano pericolosi nemici della sicurezza quando ci si mette alla guida..“Nessuna colpevolizzazione, con Ballo ma non Sballo cerchiamo di favorire un’utile sinergia – afferma Mauro Bianchi, Sindacato Italiano locali da ballo – perché le <stragi del sabato sera> non sono una bella pubblicità soprattutto per chi lavora in questo settore. Tutti possiamo fare la nostra parte senza dimenticare che il problema non è il divertimento ma la perdita del controllo e  gli eccessi”. Ballo ma sballo, quindi, sarà “lanciato” con un evento promozionale organizzato in una delle discoteche più  note della costa teramana “Il Gattopardo” di Alba Adriatica dove, giovedì 7 agosto, si svolgerà una serata all’insegna del “ballo ma non sballo”. Val la pena di tornare a sottolineare che l’iniziativa fa parte di un progetto sulla sicurezza molto più ampio, “Linea di sicurezza della costa teramana” , grazie al quale si stanno realizzando numerosi interventi per migliorare la sicurezza delle strade: piste ciclabili, impianti semaforici, rotatorie e marciapiedi. Nel complesso gli interventi previsti superano i 2 milioni di euro.

Leave a Comment