Zingare teramane arrestate in trasferta

FANO – Dall’Abruzzo nelle Marche, per commettere uno dei reati più odiosi: truffe ad anziani con le modalità più varie e ormai note. Ma durante una ‘trasferta’ a Fano una banda di quattro donne specializzate appunto in truffe e furti in appartamento ai danni di pensionati, è stata scoperta dai carabinieri di Marotta. Questi hanno notato un’auto ferma in strada in una zona in cui abitano diverse persone in là con gli anni. All’interno c’erano tre donne, che al passaggio della pattuglia si sono abbassate per non farsi vedere, mentre un’altra si allontanava in tutta fretta da un’abitazione nei pressi. D.G.E., 33 anni, già nota alle forze di polizia, è stata così bloccata, insieme alle tre complici: D.G.A., 39 anni, D.G.S. di 30 e S.E. di 39, tutte residenti in provincia di Teramo e con gli stessi precedenti. I militari hanno poi appurato che la prima aveva tentato di entrare in casa di una vedova di 75 anni sostenendo di dover raccogliere dati per il censimento. Le ‘pendolari’ della truffa avevano in borsa 14 passepartout utili ad aprire anche porte blindate. Sono state denunciate per concorso in tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso. D.G.E., spacciatasi per incaricata di pubblico servizio, è stata arrestata. Per tutte e quattro è stato proposto il rimpatrio con foglio di via obbligatorio.

Leave a Comment