Paolini disponibile a candidarsi ma adesso non ha tempo di pensarci

PESCARA – (Asca) – ”Ora ho un dovere istituzionale da portare avanti ed e’ prioritario. Solo dopo aver risolto positivamente la questione delle tasse, potro’ pensare al resto, mettendomi a disposizione per una eventuale candidatura alla guida della Regione”. Lo ha detto il presidente vicario della Regione Abruzzo, Enrico Paolini, a margine dell’incontro con la stampa, convocato dopo la seduta ordinaria odierna della Giunta. Paolini, gia’ vicepresidente della Giunta Del Turco con delega al Turismo, si e’ trovato, nella veste di presidente vicario, a sostituire lo stesso Ottaviano Del Turco finito in carcere per la nota vicenda delle tangenti nella sanita’. Da meta’ luglio, quando sono scattati gli arresti per dieci amministratori e imprenditori, Paolini sta traghettando l’Abruzzo verso le elezioni anticipate, da lui stesso fissate per il 30 novembre e 1 dicembre. Il presidente vicario ha fatto capire di non disdegnare affatto la corsa alla presidenza della Regione.

Leave a Comment