In centomila alla Notte Bianca di Roseto

ROSETO – In centomila, secondo le prime stime, hanno partecipato alla seconda edizione della Notte Bianca a Roseto. «Abbiamo raggiunto un risultato straordinario – è il commento soddisfatto dell’Assessore al Turismo, Ferdinando Perletta –, importante per la città, per gli operatori turistici e per tutto il territorio». Dopo il brindisi augurale alla Villa Comunale tra le installazioni di Gianfranco Vaglio e Giorgia Foglia sul trema della rosa, il pubblico ha gremito
il lungomare centrale di Roseto ed in particolare la rotonda Nord dove Teresa De Sio ha proposto il suo ultimo spettacolo “Riddim a Sud”.  Tre ore di musica in cui la folk singer italiana si è alternata con Agricantus, Mau Mau, Peppe Voltarelli e la sua band, Manekà e Radicanto.
Carica travolgente anche nello spettacolo di Latino Americano, un classico del repertorio della Notte Bianca che impegna un pubblico numerosissimo fino alle prime luci dell’alba.  Grande successo, all’interno della kermesse di arte, musica, shopping e divertimento, ha riscosso il concerto di Renzo Ruggieri Group in Piazza della Repubblica, con  Renzo Ruggieri alla fisarmonica, Paolo Di Sabatino al pianoforte, Massimo Manzi alla batteria e Massimo Moriconi al contrabbasso. E nonostante fossero le 5,30, il Pontile, a sud di Roseto, era gremito di gente rimasta per ascoltare il “ Concerto al nuovo giorno”, che ha chiuso la Notte Bianca. Il Quartetto Eudora composto da Piergiorgio Trailo  e Luca Mengoni ai violini, Vincenzo Pierluca alla Viola e Alan Di Liberatore al Violoncello, ha salutato l’alba con un bellissimo concerto di brani classici.
«Gli spettacoli sotto le stelle proposti dalla Notte Bianca sono l’occasione per vivere la città di Roseto in una maniera completamente nuova – sottolinea il Sindaco Franco Di Bonaventura – il nostro è  un pubblico estremamente eterogeneo grazie alla varietà delle offerte. Anche per i giovanissimi che hanno la possibilità di vivere in maniera del tutto nuova  spazi aperti in ore solitamente impensabili, e di divertirsi senza eccessi». E il tutto senza alcun problema di ordine pubblico grazie al notevole impegno messo in campo dalle forze dell’ordine.

Leave a Comment