Vasco, jogging blindato

TERAMO – E’ ormai scattato il countdown che porterà fino a venerdì, quando le luci squarceranno il buio del nuovo stadio Comunale di Piano d’Accio per dare il via allo spettacolo, storico per Teramo, del concerto di Vasco Rossi. Nel silenzio (si fa per dire) del quartiere periferico della città, da sabato notte gli abitanti della zona e gli automobilisti che percorrono la Teramo-mare hanno potuto notare la fantasmagorica altalena di colori del mastodontico palco allestito sull’erba sintetica dello stadio e udito da lontano le prove della band e di Vasco. Che, nella quiete della Corte di Tini, si muove blindato al riparo da assalti e occhi indiscreti. Ma non è sfuggito il suo jogging mattutino, nella zona circostante il resort, che pratica circondato dalle sue sei guardie del corp. Inutile pensare di avvicinari alla zona, così come allo stadio. Da ieri sera le prove si svolgono rigorosamente lontano dai curiosi e dai tantissimi fans: anche i riservatissimi appassionati del fan club sono adesso impossibilitati a seguire le prove in privato. Qualche dispiacere, insomma, chi credeva di poter vedere Vasco prima della data ufficiale, l’ha dovbuto ingoiare. Così come si annuncia polemica per un’ordinanza che il commissario prefettizio del Comune di Teramo avrebbe firmato e che sarà pubblicata domani: vieta in maniera assoluta la vendita e l’uso di bevande alcoliche nella zona dello stadio, a partire dalle 15 di venerdì, giorno del concertone. Quindi chi avrebbe voluto lasciarsi trasportare dall’inebriante spettacolo e da qualche "tinca" di birra, dovrà accontentarsi della musica di Vasco Rossi e di… acqua minerale!

 

 

Leave a Comment