Protesta dei dipendenti pubblici in Prefettura

TERAMO – Protesta oggi dei lavoratori del pubbligo impiego sotto il palazzo della Prefettura di Teramo. La manifestazione è stata indetta dai lavoratori delle Agenzie Fiscali, della Prefettura, della Questura e del Tribunale aderenti alle sigle sindacali di Cgil, Cisl e Uil. Obiettivo dei lavoratori è sollecitare un incontro col Governo volto alla restituzione delle cifre che, secondo i sindacati, sarebbero state sottratte ai fondi degli enti per un importo pari a 1.700 miliardi di euro. Tra le rivendicazioni figurano lo stanziamento delle risorse necessarie a rinnovare i contratti e la stipula di un accordo sul nuovo modello contrattuale che riconfermi l’unicità del lavoro pubblico e privato. Le istanze dei lavoratori sono al centro di un documento che è stato consegnato al Prefetto di Teramo , Francesco Camerino, dalle delegazioni sindacali. I"l Prefetto –  si legge in una nota – ha assicurato ai convenuti che si farà parte attiva presso il Ministero dell’Interno ed il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sia per rappresentare le esigenze espresse dai sindacati, sia perché vengano create le condizioni per migliorare l’efficienza e la produttività della Pubblica Amministrazione e, tra queste, il riconoscimento della funzione svolta dai lavoratori del pubblico impiego". La vertenza dei lavoratori pubblici ha in programma un’altra manifestazione sotto il Comune di Teramo il 29 settembre al termine della quale è fissato un incontro con il commissario prefettizio.

Leave a Comment