E’ la Tekno a fare il Casarano

TERAMO – Quando la sirena suona, Aleksandar Tosic ha battuto l’ultimo, decisivo rigore e battuto il portierone della nazionale italiana Vito Fovio. E il Palagiorgiobinchi è esploso nel tripudio, nel tripudio della vittoria, sudata e ottenuta contro nientemeno che i Campioni d’Italia: sì il tabellone elettronico segna 22-21 e la squadra avanti è la Teknoelettronica Teramo. Che ha giocato la partita della vita, proprio nel giorno in cui Sky mandava la partita in diretta tv. Non c’è che dire, miglior esordio non poteva esserci. Il Casarano parde, sconfitto anche dalla sua poco concretezza: a tratti è stata la squadra che lo scorso anno non aveva rivali. A batterla. una squadra tutto cuore, che ha il biancorosso di Teramo indosso e sotto tanti cuori: E’ stata la serata di un team intero, che ha vinto perchè squadra, ma che ha vissuto su due individualità su tutte, quella del portierone Kocic tra i pali e del brasiliano Franklin Bezerra dai nove metri. "Nascosto" finora dall’infortunio e relegato alla fisioterapia finora, il terzino carioca è stato devasstante, miglior marcatore dei suoi e del’intero match. Teramo non si è fatta intimidire dallo scudetto sul petto dei salentini, anzi: 3-1, 8-5, 12-9, sono numeri di un susseguirsi di emozioni ma di una costante, ovvero la Teknoelettronica sempre avanti. Solo nella ripresa, dopo il 12-11 del riposo, il divario è stato meno marcato sul piano del risultato. Il Casarano ha provato a difendere meglio e a imporre il suo carisma, capendo però che di fronte aveva una matricola sì, ma terribile. Il minimo margine di +1 (12-13, 16-17 e 18-19) è però il massimo che i tricolori riescono a produrre. Sul campo sembra esserci il solo Prskalo, sostenuto da Ognjenovic, il resto è poco per mantenere i livelli dello scorso anno. Chi invece è in campo, ed egregiamente, è la Teknoelettronica, che spinge e comincia a crederci. E allora ecco che recupera nel finale, operando il sorpasso giusto, arrivando a 20 secondi dal termine con la palla del 22-21 nelle mani di un Tosic stoico per il ritardo di preparazione e il recentissimo arrivo in squadra: il terzino serbo è freddo quel tanto che basta per regalare il più bel giorno di pallamano e di sport a Teramo, dopo la vittori del campionato di serie A1.

Kocic para, Bezerrra trascina: su questo asse la Tekno costruisce la vittoria
Teknoelettronica Teramo-Italgest Casarano 22-21 (pt 12-11)
Teknoelettronica: Di Marcello Pl., Kocic, Di Marcello A., Maraldi 2, Maiella 4, Angeletti, Zacchini, Gaetano, Maretic 4, Bezerra 6, Limoncelli, Corrado 1, Tosic 5, Di Giuseppe. Al. Trillini
Casarano: Buffa 3, Ognjenovic 5, Torbica 1, Carrara 3, Kammerer, Opalic, Malena, Bozovic 2, Fovio, Stritof, Di Leo 3, Prskalo 4, Amendolagine, Telepnev. All. Trapani.
Arbitri: Iaconello e Iaconello.

I risultati della prima giornata: Conversano pari, Bologna passa a Prato
Gammadue Secchia-Conversano 25-25
Teknoelettronica Teramo-Casarano 22-21
Prato-Bologna 25-28
Albatro Siracusa-Junior Fasano 26-22
Classifica: Teknoelettronica Teramo, Bologna e Siracusa 3; Secchia e Conversano 1; Casarano e Fasano 0.

Leave a Comment