Inchiesta "calciopoli": a giudizio l’ex arbitro Rodomonti

TERAMO_ C’è anche l’ex arbitro teramano Pasqualino Rodomonti nell’inchiesta che ha portato al rinvio a giudizio l’ex dg della Juve, Luciano Moggi, ed altri 23 imputati nell’ambito dell’inchiesta "Calciopoli"; il processo comincerà il 20 gennaio 2009. Sarà il tribunale di Napoli la sede del processo su uno dei più grandi scandali che abbiano mai coinvolto lo sport italiano. Lo ha deciso il gup Eduardo De Gregorio che ha concluso l’udienza preliminare disponendo il rinvio a giudizio di 24 imputati. Gli accusati di associazione per delinquere sono Luciano Moggi, l’ex vicepresidente della Fgci Innocenzo Mazzini, gli ex designatori arbitrali Paolo Bergamo e Pierluigi Pairetto, gli arbitri Massimo De Santis, Salvatore Racalbuto, Paolo Bertini, l’assistente Marcello Ambrosino, il giornalista Ignazio Scardina, l’ex ds del Messina Mariano Fabiani. Frode sportiva è il reato contestato ai dirigenti della Fiorentina Andrea e Diego Della Valle, al presidente della Lazio Claudio Lotito, il presidente della Reggina Pasquale Foti, nonche’ l’ex dirigente del settore arbitri del Milan Leonardo Meani, e ancora Enrico Ceniccola, Antonio Dattilo, Maria Grazia Fazi, Silvio Gemignani, Gennaro Mazzei, Sandro Mencucci, Claudio Puglisi, Pasquale Rodomonti e Stefano Titomanlio.

Leave a Comment