Industria: in Abruzzo cresce il valore aggiunto

TERAMO – L’ Abruzzo, insieme con la Campania, si distingue   per la dinamica positiva del valore aggiunto dell’industria (rispettivamente +2,1%, +2,4%); all’opposto Molise, Calabria, Basilicata e Sicilia mostrano variazioni negative nel medesimo comparto.
I dati sono stati diffusi oggi dall’Istat che ha reso note le stime a livello regionale, riferite al 2007, degli aggregati economici: occupati interni, unita’ di lavoro, valore aggiunto, prodotto interno lordo, redditi da lavoro dipendente e spesa per consumi finali delle famiglie. Nel 2007 il Pil è cresciuto a livello nazionale dell’1,5% rispetto al 2006; nel Mezzogiorno e’ cresciuto dello +0,7%, mentre le altre ripartizioni evidenziano un risultato superiore alla media Italia: +1,6% nel Nord-Ovest, +1,9% nel Nord-Est e +1,7% nel Centro. (da Asca)

Leave a Comment