Aumentano gli stranieri in provincia di Teramo

TERAMO – Gli stranieri in Abruzzo sono 59.749, in provincia di Teramo 17.844. La comunità più presente in tutta la regione è quella rumena, con il 22,6% del totale, seguita da quella albanese (19,3) e dalla macedone (7,9). Diversa la situazione, invece, nella provincia teramana, dove la comunità più numerosa è quella albanese con 4.398 individui pari al 24,6% del totale degli stranieri insediati. L’Istat ha reso pubblici questa mattina i risultati dell’indagine sulla popolazione residente in Italia al 1° gennaio 2008. Anche in Abruzzo la tendenza è quella dell’aumento considerevole rispetto all’anno precedente, soprattutto per l’eccezionale ingresso da parte della Romania, con un numero di immigrati più che raddoppiato in un solo anno. L’istituto di statistica sottolinea che "si tratta dell’incremento più elevato mai registrato nel corso della storia dell’immigrazione nel nostro Paese”. Quella di Teramo è la provincia in Abruzzo con il più alto numero di stranieri ma il dato forse più significativo è relativo alla percentuale rispetto ai residenti totali; anche in questo caso la nostra provincia primeggia, con il 5,8% dei residenti non italiani; quindi l’Aquila (4,5), Chieti (3,6) e Pescara (3,4). Tra i diversi indicatori sui cui si potrebbe gettare uno sguardo, rileviamo quello relativo alla percentuale di nati stranieri rispetto al totale di nati: a Teramo l’11,3, mentre in tutta la regione il dato si attesta sul 7,9%. Le donne sono leggermente superiori agli uomini: 52,6% percentuale quasi speculare tra la provincia di Teramo e l’intero Abruzzo (52,7).

Leave a Comment