Urbanistica: "Presto una legge di riordino"

TERAMO – Il mondo dell’edilzia e gli enti locali attendono l’approvazione della legge sul riordino del sistema urbanistico da 9 anni. L’Abruzzo non può rinviare ancora l’approvazione di una legge ferma in Commissione da nove anni, che serve a garantire lo sviluppo urbanistico dei centri abruzzesi. La necessità di arrivare in tempi rapidi alla approvazione del testo normativo è stata la richiesta avanzata dalle rappresentanze giovanili dell’Associazione nazionale costruttori edili (Ance) al mondo della politica nel corso di un convegno sulla pianificazione dello sviluppo economico. Al meeting ha partecipato come uditore il candidato a presidente della Regione, dell’Italia dei Valori, Carlo Costatini. "La mancanza di una legge urbanistica – hanno dichiarato Serafino Pulcini ed Eddy Rastelli, presidenti dell’Ance Teramo e del Gruppo Giovani Ance – ha di fatto causato in Abruzzo uno sviluppo disarticolato dei centri urbani, che sono svincolati da una logica di sistema. Occorre, invece, lavorare sul modello delle aree territoriali e delle piattaforme strategiche per dare un impulso nuovo allo sviluppo dei centri urbani abruzzesi. E’ necessario, però, che su questi temi ci sia il concorso di tutti, perchè davvero anche in Abruzzo si cominci a "fare sistema", a ragionare in una logica nuova, con il contributo di tutte le forze economiche ed istituzionali, il cui impegno non può che essere indirizzato verso una gestione pi&ù efficiente della cosa pubblica. Il convegno, informa una nota, ha avuto come obiettivo quello di approfondire le buone pratiche esistenti in altre realtà sul rapporto tra le infrastrutture e lo sviluppo del territorio. Per questa ragione all’incontro sono stati invitati uno dei due relatori del testo di legge di riordino del sistema urbanistico regionale, Pierluigi Properzi, che è anche vicepresidente dell’Istituto nazionale di Urbanistica, e Salvatore Matarrese, presidente Ance Puglia, regione che in questi ultimi anni proprio grazie all’impulso offerto dai nuovi strumenti urbanistici promossi dalle giunte regionali di centro-destra e di centro sinistra, in raccordo con i Comuni e gli enti locali, sta conoscendo, secondo i govani dell’Ance di Teramo, un periodo di grande dinamismo imprenditoriale e di crescita del territorio.

Leave a Comment