Dalla Provincia l’appello per salvare il Braga

TERAMO – Contro i tagli dei fondi regionali destinati al Braga si mobilita la Provincia di Teramo. L’ente, informa una nota, unitamente alle altre province abruzzesi, ha sottoscritto un appello al Consiglio Regionale, affinchè  nella prossima variazione di bilancio siano reintegrati I fondi per le istituzioni culturali abruzzesi. “Per quanto riguarda l’istituto musicale Braga, è in discussione la reintegra del pieno contributo. Infatti, rispetto ai 590 mila euro assegnati in precedenza, in Finanziaria c’è stato un taglio di circa 300 mila euro. “Una decisione – ha dichiarato il presidente della Provincia, Ernino D’Agostino – che, se fosse confermata, non solo ci costringerebbe ad una consistente riduzione dell’organico ma rischierebbe di pregiudicare il percorso di statizzazione in atto”. L’Istituto “Braga”, infatti,  figura fra i tre italiani (insieme a quello di Lucca e di Catania) per i quali il ministero dell’Università, dell’istruzione e della ricerca, ha proposto la statizzazione dopo l’impegno assunto a Teramo dallo stesso sottosegretario, Giuseppe Pizza. “Siamo in una fase molto delicata ha commentato il presidente D’Agostino –  non vi è dubbio che debba essere avviato un processo di ristrutturazione nella gestione degli istituti ma la traumatica interruzione della legislatura sommata a tagli così drastici avrebbe solo la conseguenza di esporre centinaia di lavoratori, in tutto l’Abruzzo, al rischio del licenziamento”.

Leave a Comment