Esclusione listino: per Di Stefano, Pdl, "errori formali ma deprecabili"

TERAMO – Prime reazioni all’esclusione con riserva del listino del candidato Chiodi da parte della Corte di Appello dell’Aquila. ll Pdl parla di ‘errori formali, ma deprecabili’. ‘Riteniamo che i rilievi siano riferiti a errori non sostanziali. Come spesso e’ accaduto anche in precedenza, sara’ chiarito tutto nel giro di 24/48 ore’, ha dichiarato uno dei due coordinatori regionali, Fabrizio Di Stefano ‘Resta il fatto – ha aggiunto – che si tratta di un episodio deprecabile che sarebbe stato meglio evitare’.
Sull’argomento si esprime l’Udc, con il suo segretario Lorenzo cesa: "Abbiamo appreso che la lista Pdl e’ stata dichiarata inammissibile nella competizione elettorale abruzzese. Siamo convinti che domani i giudici continueranno a lavorare con lo stesso rigore finora dimostrato e svolgeranno con la massima attenzione il loro compito". Cesa aggiunge: "L’Udc vigilera’ affinche’ non avvengano nei loro confronti ne’ interferenze ne’ intimidazioni. Sarebbe incomprensibile che dopo l’esclusione delle liste Udc in Trentino, in Abruzzo venga presa una decisione diversa per il Pdl. Ci auguriamo che non si usino due pesi e due misure a seconda dei casi".

Leave a Comment