Rutelli: «Del Turco? Un grande dispiacere»

TERAMO – Se la vicenda Del Turco ha provocato un grande dispiacere, per Francesco Rutelli l candidatura di Costantini per il centrosinistra è quella giusta per "dare una pagina nuova all’Abruzzo". Rutelli questa sera ha partecipato alla presentazione della lista provinciale del Pd per le elezioni regionali e prima, fuori della sala polifunzionale dove c’erano tutti i candidati (tra i quali gli ex sindaci di Teramo e Giulianova, Angelo Sperandio e Claudio Ruffini), stimolato sull’inchiesta sulla sanità abruzzese ha detto che "non si può parlare con superficialità, ma io non posso pensare che Del Turco abbia preso delle tangenti. Bisogna avere fiducia che tutto sia fatto con le garanzie per l’accertamento della verità e comunque che ci fosse tanto da cambiare nella sanità abruzzese ancor prima di Del Turco era qualcosa di evidente". Su Costantini candidato, simbolo di un nuovo e migliore rapporto con l’Italia dei Valori, Rutelli è certo che "la cosa più importante sia la scelta per l’Abruzzo, che esce da una vicenda così travagliata e dolorosa: è giusto scegliere la persona più adatta e Costantini è la persona più adatta a dare il senso di un rinnovamento e di una competenza amministrativa per la regione Abruzzo".Visibilmente soddisfatto per il 56,99% registrato oggi dal suo PD (allargato e fortemente sostenuto dal nuovo accordo con l’Udc) per le provinciali in Trentino, Rutelli ha detto che le tre elezioni di novembre (Obama, il Trentino e l’Abruzzo) sono il segnale di una riaffermazione dei democratici ed ha incoraggiato i teramani a sostenere fortemente (anche andando a scovare e convincere coloro che hanno deciso di non andare a votare) il Pd. Niente è ancora determinato, secondo Rutelli e si può vincere.

Leave a Comment