"La Asl non è politicamente schierata"

TERAMO – La Asl sgombra il campo dalla polemica sollevata dal consigliere regionale del Partito dei Comunisti italiani, il quale accusava l’ente di promuovere un candidato del PdL alle regionali, Lanfranco Venturoni, medico della Asl, attraverso la partecipazione in qualità di relatore ad un convegno sui “Consultori familiari” in programma domani all’ospedale di Teramo. Alle precisazioni di Venturoni, che ha  già precisa la sua posizione al convegno in qualità di moderatore e non di relatore, come era stato attribuito da Macera, giungono quelle della Asl che, in una nota, ha specificato come il convegno, rientra tra le iniziative formative previste da un Piano di Formazione aziendale stilato (nel programma, e nella composizione) già nel maggio 2008. Stupore inoltre esprime la nota della Asl per il silenzio del consigliere sulla posizione di un altro medico, schierato tra i candidati nel centro sinistra. “ Meraviglia che il consigliere regionale Antonio Macera  – si legge nel comunicato della Asl – faccia rilievi in merito alla partecipazione al convegno come moderatore del Dott. Venturoni, direttore medico di questa ASL ed al contempo taccia in merito ad altri due convegni svoltisi il 7 ed 8 novembre u.s. presso l’Ospedale ed in entrambi i quali figurava come presidente e relatore il dr. Carlo Alicandri Ciufelli, analogamente direttore medico di questa ASL e candidato alle prossime elezioni regionali, ma appartenente ad opposto schieramento politico”. Infine, tra le puntualizzazioni fornite sui contenuti del convegno, cioè la riorganizzazione dei consultori,  la Asl ha ricordao a Macera che si tratta di un provvedimento in esecuzione di un Piano sanitario regionale 2008/2020 che fu votato dallo stesso consigliere.

Leave a Comment