Teknoelettronica incerottata contro il Casarano

TERAMO – E’ trascorso già un girone di andata dal 27 settembre, quando per la Teknoelettronica Teramo l’esordio in Serie A d’Elite fu bagnato con una vittoria storica sui Campioni d’Italia: finì 22-21 per i biancorossi sull’Italgest Casarano. "image"Molto è cambiato in appena due mesi: i salentini nel frattempo hanno raggiunto la cima della classifica e, nonostante la battuta d’arresto contro il Conversano nel derby, resta una delle più serie candidate alla vittoria del terzo scudetto consecutivo. La Teknoelettronica attraversa una fase di profonda crisi: non sa più vincere proprio da quel successo contro l’Italgest. Sono sei le sconfitte consecutive dei biancorossi, con l’ultimo posto in classifica, condiviso con l’Al.Pi. Prato (che giovedì, nell’anticipo di questo primo turno di ritorno è stato sconfitto dalla Carisbo Bologna 43-37), a 3 punti. E per domani, nel match a Lecce (ore 18:30, arbitri Cason e Cattozzo), le previsioni sono difficili anche sul piano fisico: Tosic lamenta un risentimento a un ginocchio, sono out Maretic (nella foto, soffre di un infortunio all’adduttore rimediato a Prato) e Andrea Di Marcello (influenza), acciaccato Zacchini. Trillini è letteralmente costretto a inventare la formazione da mettere in campo, ma è certo che come al solito chi andrà sul parquet giocherà allo stremo. La comitiva biancorossa farà tappa oggi pomeriggio a Fasano, dove assisterà allo scontro diretto che interessa da vicino proprio la Teknoelettronica (alle 19 su Sky Sport 3 c’è Fasano-Siracusa).

Leave a Comment