Schiacciato dalla benna manovrata dal fratello

ROSETO – Non ha avuto scampo. Si è trovato, inspiegabilmente, nel raggio d’azione della benna che il fratello maggiore stava azionando: l’ha colpito e schiacciato contro un container sistemato in quella zona di cantiere. E’ morto così Diego Malvone, 34 anni, imprenditore edile di Pagliare di Morro d’Oro, questa mattina poco dopo le 8, nel cantiere di Roseto nella zona della fornace Catarra, dove è in costruzione una palazzina di 5 piani. La ricostruzione fatta dai carabinieri della stazione di Roseto, diretti dal maresciallo Procida, è drammatica: alla base della tragedia c’è una manovra della benna, che stava eseguendo dei lavori di sbancamento terra per la realizzazione del muro di recinzione di una palazzina. Nell’azione di scarico della terra, la cabina nel ruotare verso sinistra ha travolto Diego Malvone che inspiegabilmente si trovava nel raggio d’azione: l’imprenditore è stato schiacciato contro un container. Inutili i soccorsi, l’uomo è morto sul colpo, nonostante il disperato tentativo di rianimazione del personale del 118. Carlo Malvone, in stato di choc, ha dovuto far ricorso alle cure dei sanitari dopo l’incidente; la magistratura ha aperto un’inchiesta e posto sotto sequestro sia la benna che il container. La vittima, che non era sposata, era imprenditore molto conosciuto nella zona dove viveva e ha sede l’impresa edile di cui è titolare assieme al fratello, a Pagliare di Morro d’Oro. In particolare, la famiglia atraverso Aurelio Malvone, è molto vicina al calcio di Morro d’Oro.

Leave a Comment