Altitonante: votare Chiodi per il bene di tutti

TERAMO – “Come votare un partito che non c’è, egemonizzato da un Di Pietro? Qual è il grado di affidabilità politica del Centrosinistra? A Teramo poi ancora si agitano strani personaggi che fanno strani “ragionamenti” e discutono se c’è stato un modello Teramo: evidentemente non si sono accorti che la candidatura di un teramano alla Presidenza regionale è l’esito del modello Teramo che ha acquisito un prestigio regionale”. E’ uno dei temi su cui fa leva Attilio Altitonante, del coordinamento provinciale PDL, per sollecitare il voto al candidato presidente del suo schieramento, Gianni Chiodi. “Dunque non c’e’ ora alternativa a Chiodi Presidente – spiega Altisonante – e si lavorerà poi per realizzare un “modello Abruzzo” nell’interesse di tutti, anche degli elettori di Sinistra”. Solo un Presidente “serio, preparato, onesto, affidabile può risollevare l’Abruzzo e avviare la nostra Regione al risanamento morale e allo sviluppo economico (senza temere sacrifici e duro lavoro)”, è la sollecitazione di Altitonante. Il membro del coordinamento del PDL spiega anche quali siano le frammentazioni nel centro sinistra, ricorda le vicende, anche giudiziarie del Pd e anche l’ex governatore Del Turco e gli attacchi “velleitari” di tutti gli altri candidati presidente a Gianni Chiodi.

Leave a Comment