Nasce un centro diurno per disabili

TERAMO – Nasce un centro diurno per disabili a Montorio. Il centro si sviluppa su una superficie di 220 metri quadrati e sarà in grado di accogliere circa 20 utenti, soggetti giovani che una volta assolto l’obbligo scolastico, rimangono confinati all’assistenza ricevuta nelle mura domestiche senza ulteriori possibilità di integrazione sociale. “Il laboratorio”, questo il nome del progetto illustrato in conferenza stampa, si è classificato al 13esimo posto nella speciale graduatoria stilata dal ministero dell’Interno per l’acceso ai contributi di un fondo destinato a finanziare progetti in favore di minori, giovani, emarginati e a prevenire situazioni di abbandono o degrado sociale. Su impulso della Prefettura di Teramo il progetto, presentato dall’assessorato provinciale alle Politiche Sociali, è riuscito a intercettare oltre i finanziamenti del ministero, quelli della Fondazione Tercas, della Comunità Montana del Gran Sasso e del comune di Montorio su cui insisterà la struttura a metà strada col capoluogo teramano. Il centro, oltre ai servizi assicurati dalla Provincia, una volta attivo, disporrà delle attrezzature di laboratorio messe a disposizione dell’Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione di Teramo e di 2 pulmini attrezzati per il trasporto.Il costo complessivo del progetto è di 244 mila euro, finanziati per 78 mila dal ministero dell’Interno. “Il progetto è un esempio di collaborazione virtuosa tra gli enti e la fondazione – ha dichiarato il presidente della Fondazione Tercas, Mario Nuzzo – oltre la dimostrazione che quando ci sono idee valide, si è in grado di attirare l’attenzione e i finanziamenti necessari”. “Con questo progetto andiamo a colmare un aspetto deficitario della nostra realtà territoriale – ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali, Mauro Sacco – con questo intervento, intendiamo alleviare il disagio e promuovere l’integrazione delle fasce deboli della nostra provincia”.

Leave a Comment