Legadue. Un altro spareggio per Roseto

TERAMO_ Sos Roseto. Affronta domani (palla a due ore 18.15) l’Umana Venezia nel più classico degli scontri salvezza. Al Pala Maggetti si contenderanno la vittoria due delle tre compagini a quota 18 punti in classifica. Dopo il passo falso di Imola per gli uomini di Trullo sarà di fondamentale importanza ritrovare il feeling con gli incontri casalinghi. Vanno dimenticati i problemi economici che assillanno il sodalizio adriatico ed allora proprio per incrementare il numero di spettatori in vista di questo match la società ha deciso di fissare un prezzo unico di ingresso di 10 euro valido per ogni settore. Le due squadre hanno però modificato il proprio volto rispetto alla gara di dicembre. Nello specifico i lagunari hanno cambiato allenatore (Bizzozi al posto di Dalmasson) e hanno inserito dei pezzi da novanta in un organico già di per sé molto competitivo sulla carta. Davide Bonora, ex play della nazionale, e Kristaps Janicenoks hanno ulteriormente ampliato il roster che poteva contare su atleti del calibro di Otis George. Roseto dovrà stare attenta a non farsi imbrigliare dal ritmo dell’Umana, abile nel gestire palla al limite dei 24 secondi e soprattutto in grado di far fronte ai problemi di falli e stanchezza proprio grazie all’esperienza dei suo atleti e all’ampiezza dell’organico a disposizione di Bizzozi. Servirà una difesa molto intensa sulle bocche da fuoco di Venezia e una buona reattività a rimbalzo per ottenere due punti di straordinaria importanza per morale e classifica in questa fase della stagione. Roseto viene da una settimana sicuramente travagliata sotto vari punti di vista che non ha di certo aiutato il lavoro di preparazione della gara dello staff tecnico. Una nota lieta per coach Trullo sta sicuramente nella crescita costante fatta registrare dalla condizione di Delonte Holland, pronto stavolta a fare il suo esordio nello starting five biancazzurro mentre purtroppo quasi certamente non ci sarà Max Monti, fermato dal solito problema al polpaccio. Dal canto suo Bizzozi appare intenzionato a confermare la fiducia nel quintetto che ha perso all’ultimo contro Pistoia, quello composto dagli esterni Rombaldoni, Meini e Janicenoks e dai lunghi George e Bougaieff. 

Leave a Comment