Calcio a 5. L’Atletico in casa del retrocesso Grosseto

TERAMO_ Nel girone A il Kaos Futsal, che considerando il recupero contro il Centro Verde Assemini ha perso tre delle ultime sei partite di campionato e ha pareggiato sabato scorso in casa contro il Venezia, deve dare segnali di ripresa per rintuzzare l’assalto alla vetta dell’Atiesse C5. I bolognesi di Velimir Andrejic (ancora orfani dello squalificato Slongo) sono ospiti del Torino, reduce da cinque sconfitte consecutive e a un passo dalla retrocessione: con 12 punti ancora in palio, i piemontesi devono rimontarne 8 al Centro Verde Assemini per sperare nei play-out. Reduce da quattro risultati utili di fila e attardato di appena due punti rispetto alla capolista, l’Atiesse C5 ha una sfida sulla carta più impegnativa visto che a far visita a una F&G San Giorgio determinata a mantenere il quinto posto, l’ultimo a garantire l’accesso ai play-off. L’altra squadra sarda, il Calcio a 5 2007, sfida in campo esterno l’Alma Group Magione, che senza l’appiedato Colombo cerca la prima vittoria dall’arrivo in panchina di Andrea Famà. Promette scintille il match del Palalambioi tra Kiwi Canottieri BL e Fomet Imola: in caso di vittoria, i veneti ridurrebbero a un solo punto il distacco dai romagnoli di Mario Neri. L’Atlante Grosseto già retrocesso riceve l’Atletico Teramo, mentre per la Sporting Marca – nella gara interna contro il Centro Verde Assemini – c’è probabilmente l’ultima chiamata per i play-off. Capitan Repetto dell’Atletico:"Non sarà affatto una partita facile. La posizione in classifica del Grosseto non deve trarci in inganno che anche se con organico ridotto contro di noi giocheranno alla morte! Ci sono partite in cui la classifica conta poco e questa potrebbe essere una di quelle, ma noi non dobbiamo cadere nella loro trappola. Andremo a Grosseto per fare la nostra partita e giocare alla nostra maniera: tranquilli, ma aggressivi". In settimana si è allenato poco Adriano Salomao che ha affermato "Sto recuperando dall’infortunio alla caviglia. La mia condizione è al 70%, ma nonostante le cure fisioterapiche solo domani nel riscaldamento valuteremo unitamente con i compagni di squadra su un mio possibile impiego. Come gruppo siamo compatti e crediamo nella salvezza, sappiamo che il Grosseto giocherà alla morte e andiamo li per vincere. Siamo concentrati sulla vittoria e sappiamo che la vittoria ci possa far compiere un ulteriore passo in avanti per la salvezza a cui tutti crediamo".

Leave a Comment