Rilancio economia: in Abruzzo passa per i Parchi

L’AQUILA – (Regflash) – Creare attrazione turistica verso i Parchi d’Abruzzo puntando sulla vicinanza con Roma e su un itinerario comune che consenta di affacciarsi anche al mercato estero. I vertici dei Parchi abruzzesi si sono riuniti oggi, per la prima volta, all’Aquila, su imput del presidente Gianni Chiodi, per lavorare alla pianificazione di iniziative per lo sviluppo di attività di ricezione turistica. Erano presenti il direttore del Parco nazionale Abruzzo, Lazio e Molise Vittorio Ducoli, il Presidente del parco nazionale Gran Sasso e monti della Laga, Arturo Diagonale ed il direttore Marcello Maranella, il presidente del parco regionale Velino Sirente, Nazzareno Fidanza. Dall’incontro è emersa la volontà comune di creare interesse nei confronti di una regione che dista solo 100 chilometri dalla capitale. Una regione verde che vanta la presenza di tre parchi nazionali, un parco regionale e 38 oasi e riserve regionali statali. Un patrimonio inestimabile che va salvaguardato ma anche rilanciato sul piano turistico. L’obiettivo è quello di sviluppare attività di formazione per creare una classe di operatori turistici in grado di rispondere al meglio alle esigenze degli appassionati, alla ricerca di vacanze "esperienziali" dove entrare in contatto con la natura trovando strutture organizzate efficienti e supporti di qualità. "E’ un primo passo – ha dichiarato Diaconale – per avviare un processo importante per il sistema Abruzzo. Questa collaborazione tra i parchi e le istituzioni apre una nuova fase per il rilancio dell’economia abruzzese".

Leave a Comment