BancaTercas, con Rieti una formalità (85-58)

TERAMO  – Continua la marcia della Bancatercas verso un posto al sole nella griglia dei play-off. La Solsonica Rieti ha fatto quello che poteva contro i biancorossi di Capobianco, scesi in campo con la determinazione di voler scordare la bruciante sconfitta all’overtime di Pesaro. Giusto un quarto per prendere le misure, poi Lulli e compagni hanno provato ad allungare il passo, con Amoroso particolarmente attivo. I punti di Campbell e Hubalek tengono Rieti a galla fino a metà secondo periodo, quando è Brown a provare lo strappo (31-24), che diventa più solido con il canestro di Cerella (39-29). E’ un primo tempo ricco di nervosismo con un antisportivo a Piazza e un tecnico a Green e Teramo che segna il parziale micidiale di 19-9. Capobianco con Poeta che non gira come al solito, trova dalla panchina non solo un ottimo Piazza (8 assist e 4 palle recuperate), ma cone già successo a Pesaro sette giorni prima, ma anche Cerella e Jaacks, che mettono benzina al motore di Teramo. Dal 42-34 firmato da Sklavos, la Bancatercas in 6 minuti scava il solco decisivo, fino a 55-38 di Brown. La partita ottiene poco o nulla dalla Solsonica in emergenza con tre diciassettenni nel roster, a quel punto, con Capobianco che dà anche spazio ai giovani della panchina. Al 34′ i biancorossi toccano anche il +24 (67-43) con Jaacks e il solo Sklavos fa quel che può sulla sponda reatina. Alla fine successo meritato per i teramani, che portano a canestro tutto il roster. Lo scout dell’incontro:
Bancatercas Teramo-Solsonica Rieti 85-58 (17-15, 42-30, 61-41)
BANCATERCAS TERAMO: Hoover 7, Brown 4, Carrol 11, Poeta 4, Amoroso 8, Marzoli 4, Jaacks 10, Piazza 1, Lulli 10, Cerella 9, Moss 12, Martelli 5. All. Capobianco.
SOLSONICA: Grillo 1, Green 8, Campbell 7, Hubalek 14, Spippoli, Gigena 8, Bellini, Sklavos 18, Thomas Omar 8. N.e. Giovannelli, Ciavarroni. All. Lardo.
ARBITRI: Pozzana, Seghetti, Caiazza.
NOTE: tiri liberi, Teramo 12/15, Rieti 16/24; tiri da tre, Teramo 9/29, Rieti 4/18; rimbalzi, Teramo 40, Rieti 36. Usciti per 5 falli: Green (30′), Campbelli (39′). Spettatori circa 3.200.

Leave a Comment